TRISTELICITA’

TRISTEMENTE FELICE

vincent_van_gogh_1853-1890_-_wheat_field_with_crows_1890-1024x479

di Cornelio Galas

Accordi sbagliati, tentativi,

tentazioni, tentacoli molli,

e brutte ombre, cinesi,

su schermi improvvisati.

 

L’incredibile e il paradosso,

a cena, senza lume …

serviti da servi muti,

utili solo per la camicia.

 

Il diapason non si sente,

si zittisce l’ultimo invito,

alla felicitĂ  prescritta,

solo in giorni festivi.

 

Manipolate manopole,

tra caldo, freddo, così …

in attese silenziose

d’un gran baccano.

 

Trappole del giĂ  detto,

nascoste sotto terra,

mine anti-tutto,

pronte ad esplodere.

 

Vecchi innamoramenti,

sfidano ora a duello,

anche recenti divorzi,

senza spargere sangue.

 

E il sole dĂ  fastidio,

quando troppi ricordi

s’ammassano, stretti,

contro nebbie d’oro.

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento