SE NON FOSSE CHE

Credo e non credo
nell’aldilĂ 
colpa di tutto, di tutto
di tutto questo
che c’è di qua
E tu mi chiedi ora,
mentre vivo
mentre vivo, mentre vivo
cosa ne penso
del dopo, del dopo, del dopo
Strette le mani al petto,
guardo siepi sempreverdi
il confine, il confine
tra me e altre viste
Meglio esser ciechi
che vedere, che vedere
false realtĂ 
Meglio esser vivi
che morire, che morire
e sapere perchè

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento