I PROFUMI DEL BOSCO

I PROFUMI DEL BOSCO

IMG_2071

di Cornelio Galas

Felci umide proteggono come madri

funghi appena nati e grilli e mirtilli

in tante piccole culle di rami secchi

fin quando l’uomo li scoprirà.

 

Pianti di resina, lacrime opalescenti

rigano il volto vissuto dei larici,

segnando rughe sulle cortecce

che pochi hanno abbracciato.

 

Musica sincopata sul sentiero,

gusci di nocciole, pigne, l’erba

e tracce di molti animali liberi,

fin quando l’uomo li ucciderà.

 

L’aria fresca, l’odore della roccia

riceve mille baci, mille carezze

strusciando con il torrente

che lava tutte le impuritĂ .

 

Briciole del panino dallo zaino,

sfameranno tutte le formiche,

fino al prossimo inverno,

finché l’uomo non le pesterà.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento