PAZZIE D’AMORE

PAZZIE D’AMORE

di Cornelio Galas

Viene e va, dipende dalla tensione,
ed è alta la mia, da tempo, si sa,
come quando i cormorani …
fiutano prede nella pescicoltura.

 

C’è quell’odore di amore fresco,
senza inquinanti nell’aria,
c’è sensazione di acque chiare,
senza infiltrazioni nere.

 

Il contatto sarà breve, intenso,
come il becco di un passero
prende e scappa, furtivo,
prima di tutti gli altri …

 

Non servono approdi sicuri,
basta anche un ramo tremulo,
per avere da quell’attimo,
tutto il massimo, e subito.

 

Proveranno, altri come me,
a passare lo stesso confine,
tra la noia e l’insostenibile,
tra proiezioni di gioia e …

 

Basta perdere quell’appiglio,
per scivolare nella notte,
essere insignificante, eh già,
nel significato mai spiegato.

 

Con ali di cera contro il sole,
come eroe dimenticabile,
come innamorato ignorato,
come uomo che cercava …

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.