NOI SAREMO

 NOI SAREM

 Noi sarem, ala facia de cretini e cativi

che de zerto i ne varderà de sbiech

 A testa alta, a volte pu moi, vera?

Narem contenti su la nossa straa picola

 Quela che se spera, sia quela giusta

senza tant star lì a veder, vera?

 En amor, da na banda, smarridi

come en de na selva nera

en paze, varda ti

 Do oseloti che canta de sera

el rest? Che el faga quel che ‘l vol

 Se ciava. Se el vol, el pol

darne na carezza. O anca en pugn

 Ensema, con en ligam che tegn

e co na bona cuerta sora

manderem tuti a quel paes

No ne vegnirà en ment de pensr

a quel che suzederà domam, narem ensema

mam nela mam, come puteloti

come quei che se vol bem

senza pensar ad altro, vera?

 Noi saremo

di  Paul Marie Verlaine

 

Noi saremo, a dispetto di stolti e di cattivi

che certo guarderanno male la nostra gioia,

talvolta, fieri e sempre indulgenti, è vero?

Andremo allegri e lenti sulla strada modesta

che la speranza addita, senza badare affatto

che qualcuno ci ignori o ci veda, è vero?

¬†Nell’amore isolati come in un bosco nero,

i nostri cuori insieme, con quieta tenerezza,

saranno due usignoli che cantan nella sera.

Quanto al mondo, che sia con noi dolce o irascibile,

 non ha molta importanza. Se vuole, esso può bene

accarezzarci o prenderci di mira a suo bersaglio.

Uniti dal pi√Ļ forte, dal pi√Ļ caro legame,

e inoltre ricoperti di una dura corazza,

sorrideremo a tutti senza paura alcuna.

Noi ci preoccuperemo di quello che il destino

per noi ha stabilito, cammineremo insieme

la mano nella mano, con l’anima infantile

di quelli che si amano in modo puro, vero?

 

Paul Marie Verlaine nasce a Metz nella regione della Lorena francese, il giorno 30 marzo 1844,

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento