METI CHE …

ZĂ , meti che su la schena ghe sia na data de scadenza. Come quele su le scatolete del poli. Da consumarsi preferibilmente entro… Nel senso che te sei ti quel che va a farse ciavar dopo quela data, no ‘l jogurth. Che faresset? Schena davanti al spegio per vederla subit? Farsela lezer da la sposa o da qualcheduni altri? Ciapar en cerotto e sconderla? Farse far en tatuagio che el miscia… i numeri, che dopo no se capiss pu na eva? El bel l’è che quel numer lì da qualca banda i l’ha mess. ScondĂą. Quando tel vedi l’è massa tardi. Ma alora perchè a sto mondo, dove prima o dopo set tuti gualivi soto tera o nel vaset de la zendro, ghè si tante carogne? Perchè no se pensa che ‘n fondo tuti lì finim coi nossi soldi? Perchè roter le scatole a quei che magari i vei al noss funeral? Scuseme, la pianto chi perchè a forza de zercar de vardarme la schena m’è vegnĂą el storzicoll…

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento