L’ULTIMA CAREZA

L’ULTIMA CAREZA

pensieri-notturni-500x334

di Cornelio Galas

‘Sa penserò en quel moment, a la fìn,
quando gavrò en bĂłca l’ ultim fiĂ ?
‘Sa vedrò, con quei òci fiĂ chi,
quando ghe sarà pòch da vedér?
No l’è, come se dìs, per trĂ rse ‘nvanti,
e gnanca la scusa per na poesia.
Dìgo sol che basterìa ‘na carèza,
de na mĂ n, en mèz ai mĂ© cavĂ©i …
e ‘n quĂ©l, giuro, tegnirò le lagrime,
farò finta de gnent, de gnent …
Strinzerò quela man, come podrò,
dirò che gò sòn, sòn, tant sòn …
E po’ narò via da ‘sto mondo,
per nar en dove no se sa.
Dove tutmàl spero, sì ghe spero,
sarĂ  pĂą fĂ zile, anca da morti,
viver senza tut ‘sto strussiĂ r.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento