IO TI CHIESI


Io ti chiesi

Io ti chiesi perché i tuoi occhi
si soffermano nei miei
come una casta stella del cielo
in un oscuro flutto.

Mi hai guardato a lungo
come si saggia un bimbo con lo sguardo,
mi hai detto poi, con gentilezza:
ti voglio bene, perché sei tanto triste

– Hermann Hesse

T’avevo domandĂ 

T’avevo domandĂ  perchè i to oci

i stĂ  fissi nei mei

come el slusòr de ‘na stela

el finìs nel babao de ‘na not

sora ‘na barca vecia, senza basarla

Te m’hai vardĂ  e vardĂ  ancora

come se fus ‘n putelòt

che sconde malament

la marmelada robada

Po’ te m’hai dit

co la voze de n’anzol:

Te voi bem, perchè te gai qualcos

che te fa pianzer nel còr

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento