GIOVANNI SEGA(N)TINI, IL PITTORE

SEGANTINI – 59

Lettera (datata 5 settembre 1888) di Giovanni Segantini ad Alfonso Tartarini, segretario dell’Esposizione di Bologna (1888). In essa il pittore acclude “il contratto di cui Ella mi favorì il modulo per la vendita al Governo del mio quadro “alla Stanga” debitamente legalizzato da questo Istituto di Belle Arti”. Interessante e significativo in merito ai problemi economici che perennemente angustiavano Segantini è quanto egli scrive nel NB: “Le sarò obbligato se vorrĂ  compiacersi di farmi sapere quando e come mi sarĂ  regolata la sua esposta vendita, onde poterne a mia volta farne conto”. La forma della lettera, estremamente corretta ed ossequiosa, induce a ritenere che Segatini l’abbia solo firmata (Biblioteca dell’Archiginnasio di Bologna, collezione di lettere autografe, tramite la Biblioteca civica di Rovereto)

Contrassegna il permalink.

Lascia un commento