DOMANI, FORSE

DOMANI, FORSE

mare

di Cornelio Galas

Lento, lento, piĂą lento ancora

al fine di apparire d’istante

e sorprendere nella bolgia

di velocissimi attimi330003__fire-and-ice-version-of-yin-and-yang_p

quell’ammasso informe,

confuso, sòrdido, scuro,

di tempo, spazio e altro

ormai quasi pieno del nulla.

Odo i miei famigliari passi

ricompongo il mosaico

(tanti inservibili pensieri)

che non riesco a finire

da quando l’amore vince,

con inconsce intenzioni,2009_14101_24315

sui tasselli perfetti

di sentimenti irregolari.

Arriva, benvenuto, il vento

che tutto spazza via

che tutto risolleva

nell’immensa ignoranza

della mia intelligenza.

Nel ristretto ripostiglioCielo

dove mi nascondo,

gridando solitudine.

BasterĂ  sentirti, vicino

per non credere …

anche solo questa notte.

VerrĂ  dal tuo respiro, lo so

una conferma di vita.

Nell’ansia della fine.salvagente-588x250

accoglierò il tuo corpo,

come una scialuppa.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento