DICONO DI NOI

pesce2

pesce1

giornale l'Adige - 28 dicembre 2013 - cronaca di Riva del Garda

giornale l’Adige – 28 dicembre 2013 – cronaca di Riva del Garda

MATERAZZI “LANCIA” TELEVIGNOLE

ARCO. Non si è certo lasciato sfuggire l’occasione, lui sfegatato tifoso nerazzurro. E così, in mezzo ai microfoni e alle telecamere di Rai, Sky Sport 24 e delle varie tv regionali, è spuntato all’improvviso anche Cornelio Galas con la sua piccola videocamera di Televignole, autentico fenomeno mediatico del momento. Il giornalista arcense ha approfittato alla grande della sfida amichevole andata in scena, l’altra sera, al Comunale di via Pomerio fra le vecchie glorie dell’Inter e le Allstar del Bayern Monaco. Galas ha messo piede sul manto erboso durante il riscaldamento, prima della partita e senza tanti complimenti ha cominciato a gironzolare fra i vari giocatori interisti chiedendo, ad ognuno, di prestarsi come testimonial di Televignole. L’effetto è stato a dir poco esilarante, soprattutto quando ha infilato il microfono sotto il mento di Marco Materazzi, uno degli eroi di Berlino 2006 e tra i fedelissimi di Mourinho nell’anno del famoso “triplete” (le tre vittorie in una stagione). Matrix, per i tifosi nerazzurri, ha dapprima sgranato gli occhi, poi ha domandato “Tele cosa?” e alla fine si è prestato al gioco. E così ha fatto anche un mito vivente come Evaristo Beccalossi mentre picche hanno risposto il portiere Francesco Toldo – organizzatore dell’amichevole – e il Pallone d’oro Luis Figo. I messaggi promozionale (“Guardate Televignole”) saranno presto disponibili su Youtube. La televisione della frazione arcense si sta specializzando nelle interviste “impossibili”. (gl.m.)

giornale  TRENTINO 27 maggio 2012

 

Arco – Nasce in città una nuova tv privata,

“TeleVignole”

Annuario Trentino – 16 marzo 2012

Arco – Nasce in città una nuova tv privata, “TeleVignole”, diretta dal giornalista Cornelio Galas, dichiaratamente “semiseria”, diffusa solo in ambito internet attraverso Youtube e Facebook nel profilo del suo direttore-editore. Con contenuti di portata soprattutto frazionale, ha riscosso subito un buon gradimento. (T)

 

TELEVIGNOLE SUL PALCO DI DRO

Televignole in diretta esclusiva dal palco di RidenDro & ScherzanDro

Sabato 14 luglio il giornalista Cornelio Galas a fianco dei big della comicità nazionale

 Dro (Trentino), 22 giugno 2012 – Appuntamento a RidenDro & ScherzanDro con il meglio del cabaret nazionale, appuntamento a RidenDro & ScherzanDro con il “personaggio televisivo” più in voga del momento a livello locale. Sabato 14 luglio in diretta esclusiva dal palco della kermesse droata verrà trasmessa una puntata straordinaria di Televignole. A dominare la scena sarà proprio l’ideatore della nuova testata, Cornelio Galas, giornalista e scrittore con una particolare passione per i copioni teatrali, soprattutto comici e preferibilmente in dialetto trentino.

La neonata emittente televisiva, visualizzabile online tramite un canale Youtube dedicato, in poco meno di tre mesi ha già sfiorato le 14 mila visualizzazioni. A fare da filo conduttore tra le quasi 200 puntate pubblicate l’intento, si fa per dire, propagandistico di convertire la frazione di Vignole, ad Arco, in una Repubblica indipendente. In caso si sostituirebbe anche la moneta locale: dopo l’euro entrerebbe infatti in vigore un nuovo conio: le “molche” d’oliva.

Un vero e proprio fenomeno locale che ha già coinvolto personaggi conosciuti, le istituzioni provinciali e locali, numerosi abitanti della zona d’Oltresarca. Per i primi, Evaristo Beccalossi, Alessandro Altobelli e Marco Materazzi che, nelle vesti di testimonial sportivi, hanno prestato i loro volti per perorare la causa. A livello istituzionale il Presidente della Provincia Lorenzo Dellai, Salvador Valandro per la Comunità di valle, Mauro Ottobre per il consiglio provinciale e molti altri, interpellati per ottenere il riconoscimento formale dei “propri diritti”. Infine, tra i cittadini intervistati, il primo candidato alla presidenza della Repubblica, l’olivicoltore Ivo Bertamini, il comandante dei Vigili del fuoco Michele Alberti, in rappresentanza de “I nossi soldai”, Stefano Fonti, albergatore di Vignole ed esperto in materia turistica. Tutti protagonisti dell’inatteso “movimento autonomista”.

Ma il palinsesto di Televignole non si esaurisce qui, ricco e vario come una tradizionale emittente generalista con programmai adatti ad ogni target. Unica condizione necessaria: parlare o per lo meno comprendere i fondamenti del dialetto trentino. Da “Magnar tant e spender poc”, il programma dedicato all’enogastronomia trentina, a “Vite ensaonade”, la soap amorosa ambientata tra le mura domestiche di una tipica famiglia vignolese, dagli approfondimenti culturali alla scoperta del dialetto e dei proverbi trentini, sino alle inchieste che riguardano fatti e misfatti dell’Alto Garda, reinterpretati con briosa ironia.

E la diretta da RidenDro & ScherzanDro sarà proprio un divertente mix di notizie locali presentate secondo una nuova prospettiva, lontana per metodi e stile, dalle cronache dell’Alto Garda che quotidianamente appaiono sui giornali. Verità originali, spesso bizzarre, ma nelle quali non sarà difficile trovare degli aneddoti, seppur paradossali, in cui identificarsi. Una sorta di Report alla trentina. Galas svelerà i segreti più ostici che riguardano la discarica della Maza, indagherà i vizi noti dell’asse urbanistico altogardesano, affronterà con risvolti ironici la tanto discussa gestione della polizia locale.

Appuntamento quindi a sabato 14 luglio per la terza serata di RidenDro e ScherzanDro con i nuovi primi attori selezionati dal Comitato Carnevale di Dro, il multimediale Baz e il musicologo Sergio Sgrilli, e le singolari news di Cornelio Galas ne “Il meglio di Televignole”.

DRO, FESTIVAL DELLA BARZELLETTA

Giornale l’Adige – 6 Luglio 2012

DRO – Il festival della barzelletta «RidenDro e ScherzanDro» sbarca sugli schermi «televisivi». Questa la novità più significativa comunicata ieri durante la presentazione ufficiale della settima edizione della rassegna droata riservata ai protagonisti delle barzellette e del cabaret in programma da giovedì 12 a domenica 15 luglio in Piazza Repubblica a Dro, e mirabilmente organizzata dal Comitato Carnevale Dro sotto la direzione artistica di Lucio Gardin. Niente rigidi palinsesti Rai, niente notturni programmi delle varie emittenti locali o nazionali o peggio invisibili programmazioni satellitari.

Ma la fantasia e la simpatia della proposta «on demand» di «TeleVignole» attraverso «You Tube». Sciolte le ultime riserve sui «diritti e baratti televisivi» sarà proprio l’emittente della «Repubblica di Vignole» (fondata diretta e prodotta dal giornalista Cornelio Galas) a mandare in onda (via internet) barzellette, battute, sketch e risate di «RidenDro e ScherzanDro», diventando inoltre protagonista della serata di sabato 14 luglio con la registrazione di una puntata speciale sul palco di Piazza Repubblica.Sono stati il presidente del Comitato Carnevale Dro Maurizio Bonani e il direttore artistico Lucio Gardin a rivelare i dettagli del Festival che accanto alla presenza in gara di 12 barzellettieri (sette trentini e cinque extra regionali) vedrà la presenza di alcuni dei più affermati comici e cabarettisti nazionali, presenze e volti noti di molte trasmissioni televisive. Nato quasi per scommessa oggi «Ridendro e Scherzandro» è diventato un vero festival nazionale grazie anche all’impegno del Comitato Carnevale di Dro (composto accanto al presidente Maurizio Bonani da Renato Tavernini, Sergio Matteotti, Tarcisio Malfer, Francesco Raffaelli e Giorgio Angeli), e all’impegno di circa 50 volontari coinvolti.

 Si inizierà così giovedì 12 luglio con le esilaranti gag di Fabrizio Fontana (agente segreto James Tont) e Pino Campagna, per proseguire venerdì con la «riflessiva comicità» di Leonardo Manera, prima di ospitare sabato il giovane Baz (Marco Bazzoni) e Sergio Sgrilli, e chiudere domenica con il gradito ritorno di Claudio Lauretta (per la quarta volta sul palco di Dro), accompagnato dalla madrina della serata Miriana Trevisan.Stimolato dalle riflessioni a «tutto tondo» del sindaco di Dro Vittorio Fravezzi è toccato proprio a Cornelio Galas (collega de «l’Adige») spiegare i motivi fondanti della «Repubblica di Vignole» e la proposta originale (in stretto vernacolo gardesano) che la sua emittente intende presentare al pubblico uscendo da rigidi e preconfezionati palinsesti televisivi.Attesa quindi per la gara delle barzellette, per i volti noti del cabaret e della comicità.

1013331_10202333526130853_1840346611_nbabanevignole0002

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Codice di sicurezza *