COSA DICONO GLI ALBERI?

COSA DICONO GLI ALBERI?

radici

 

di Cornelio Galas

 

Esitano, a seconda della brezza,

non sono mai prolissi,

né tediano chi ascolta: mai.

Hanno tradizioni, radicate,

anche secoli di storia,

fino all’ultima potatura.

Spettatori silenti, calmi,

di quello che passa e va,

tra linfe vive e morenti.

Sanno tutto, di tutti,

viandanti andati …

anche senza un cenno.

Metamorfosi naturali,

ed egoismi dell’uomo,

quando si crede in Dio.

tutela_alberi_monumentali

Creazione e ricreazioni,

il niente nel tutto,

il tutto nella nullitĂ .

Piangono resine inutili,

gomme per pneumatici,

gocce di rugiada.

Parlano senza le sillabe,

senza la grammatica,

inascoltati, irreali.

albero-1

Succhiano dalla terra,

i nostri veleni …

non vanno dai giudici.

Ci amano, ci guardano,

sono poco amati,

pochi li osservano,

alberi-energia

Sono verde pubblico,

sono verde privato,

non sono mai loro.

Quando muoiono,

sì muoiono, muoiono …

non hanno necrologi.

La loro tomba si trova

nei rifiuti, nel di piĂą,

che va eliminato.

Guarda dov’è il muschio,

saprai dov’è il Nord,

anche senza bussola.

L’albero lascerĂ  …

si farĂ  toccare,

riderà (tra sé) di te.

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento