CHE COSA POSSIAMO (DOBBIAMO?) FARE?

CHE COSA POSSIAMO (DOBBIAMO?) FARE?

di Cornelio Galas

Al di l√† della propaganda. Delle cosiddette fake news. Al di l√† anche da quello che leggiamo, vediamo, percepiamo. Al di l√† della verit√† delle parti in conflitto. E del mantra: aggredito-aggressore. Buono-cattivo. Occidente-Oriente. Voi e Noi. C’√® qualcosa di molto simile, o assimilabile, al covid. All’evento super-partes (?) che crea addirittura i prodromi di una terza guerra mondiale, nucleare, batteriologica (come se non ci fosse bastato il coronavirus).

Che cosa possiamo, dobbiamo, fare? Assistere impotenti (Nato-Usa-Occidente) a quello che succede in Ucraina? Accogliere i profughi? Inviare armi per la resistenza? Non fare niente in attesa di negoziati o, meglio, di una presa di posizione della Cina, convitato di pietra?

Non scomodo Langer e la sua teoria pacifista. Nemmeno Gandhi. Che riposino in pace. Ma mi danno fastidio (√® una mia facolt√†, credo, non so ancora per quanto) le ‚Äúcomode‚ÄĚ manifestazioni di solidariet√† al popolo ucraino. Le analisi dei generali, degli esperti in geopolitica che hanno preso il posto in Tv degli esperti in virus. I commenti politici, di tutti, fino alle spedizioni in Angola alla ricerca di gas alternativo.

L√†, in Ucraina, muoiono ogni giorno tanti civili, tanti militari, tanti volontari. Anche russi. Se √® vero che stanno arrivando ‚Äúi nostri‚ÄĚ dal Medioriente, dalla Cecenia, siamo di fronte a qualcosa di pi√Ļ della ‚Äúoperazione militare speciale‚ÄĚ per salvare l’Ucraina da ‚Äúdrogati e neonazisti‚ÄĚ. Oppure sto riportando anch’io falsit√† senza rendermene conto?

Perch√© non √® possibile organizzare in questo momento una ‚Äúgrande ondata‚ÄĚ di pacifisti, mani alzate, senza armi (come si chiede da certi movimenti) a Kiew, a Leopoli, a Odessa? Paura? Timore di fronte all’aggresssione russa? Perch√© non dare una presenza maggiore attorno a quel cinese che contrasta i carrarmati nella piazza di Tienanmen? Perch√© restiamo inermi a guardare come….andr√† a finire?

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.