CERCAMI

CERCAMI

di Renato Zero    230041265-0a4fcbee-7ac2-421a-a7ef-d495b785f1d9

Cercami

come quando e dove vuoi

cercami

è più facile che mai

cercami

non soltanto nel bisogno

tu cercami

con la volontà e l’impegno…rinventami!

Se mi vuoi

allora cercami di più

tornerò

solo se ritorni tu

sono stato invadente

eccessivo lo so

il pagliaccio di sempre

anche quello era amore però…

Questa vita ci ha puniti già

troppe quelle verità

che ci son rimaste dentro…

Oggi che fatica che si fa

come è finta l’allegria

quanto amaro disincanto…

Io sono qui

insultami,feriscimi

sono così

tu prendimi o cancellami…

Adesso si

tu mi dirai che uomo mai…ti aspetti.

Io mi berrò

l’insicurezza che mi dai

l’anima mia

farò tacere pure lei

se mai vivrò

di questa clandestinità per sempre…

Fidati

che hanno un peso gli anni miei

fidati

e sorprese non avrai

sono quello che vedi

io pretese non ho

se davvero mi credi

di cercarmi non smettere no…

Questa vita ci ha puniti già

l’insoddisfazione è qua

ci ha raggiunti facilmente…

così poco abili anche noi

a non dubitare mai

di una libertà indecente

io sono qui

ti servirò ti basterò

non resterò

una riserva, questo no…

Dopo di che

quale altra alternativa può…salvarci!

Io resto qui

mettendo a rischio i giorni miei

scomodo si

perché non so tacere mai…

Adesso sai

senza un movente non vivrei..comunque.

Cercami…cercami…non smettere

Zercheme

come quando, dove te voi

zercheme

l’è pu fazile che mai

zercheme

no sol quant go bisoin

ti zercheme

co la voia, el cor….dropeme

se te me voi

alora zercheme de pu

torno, sicur

sol se te torni ti

som stà en po’ gros

for de testa el so

el paiazo de semper

anca quel però el neva bem o no

Ah sta vida zamai

la n’ha  spacà la schena

massa pache ho ciapà

no ghe envegno ancora fora

Ancoi che fadiga se fa

ride tuti per gnente

quante robe false en giro….

Ma mi son chi

dime su, fame mal

mi son così

ciapeme, moleme

ades si

ti te dirai…’sa vot da mi

mi narò via

co la boca amara, come non mai

quel che te me dai

el so purtropi zamai

se mai narò envanti

en sta vita sfigada

fidete

che non som nà l’altro di

fidete

no som vegnu co l’ultima nef

som quel che te vedi

no gò altri che ti

se davera te credi

veramente te credi en mi

Ah sta vita sfigada

che n’ha ciapà

apena nati

e noi dughi come tuti

a crederghe tuti i ani

Ma mi son chi

dime ti cosa vol dir

Ah no resto chi

questo l’è poch ma sicur

mi resto chi

pu scomot che mai

ma no per chi resta

per quei

che vol nar zamai

Ades te sai tut de mi

zercheme… ti ercheme…

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento