ATTIMI DISPERSI

Tra il melograno e l’oleandro
In odor d’inverno
saltellano infreddoliti
piccoli uccelli
in cerca di cibo
affogato nel mare
di foglie secche
Conquisto sulle scale
la vetta che usavo
da bambino
per guardare la strada
e scopro che ormai
non serve più
Il traffico copre
silenzi dimenticati
e paure mai superate
nel caos della vita
Se solo avessi potuto
custodire in luoghi sicuri
attimi di vera vita
ora, non li rimpiangerei
E sul mio maglione
rovinato dai rovi
ci sarebbe ancora
il tuo profumo

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.